Contatti

In caso di sinistro al tuo servizio 24 ore su 24!

Fare acquisti sicuri su Internet

Lo shopping online è un’apprezzata comodità. I truffatori delle vendite per corrispondenza lo sfruttano per imbrogliare i consumatori, che acquistano su Internet, con frodi come gli shop finti. Vi spieghiamo come riconoscere i trucchi dei criminali ed evitare di cadere in trappola.

Marco K. non può credere ai suoi occhi: le sneaker di marca sono del numero e colore giusto, in più vengono offerte con uno sconto pazzesco. Fa clic e le mette subito nel suo carrello – prima che qualcun altro gliele porti via.

Ora manca solo il pagamento. L’unica modalità prevista è il pagamento anticipato e il ragazzo lo esegue subito. Le scarpe gli saranno recapitate entro pochi giorni. In realtà non gli arriveranno mai. Sul sito web del rivenditore online Marco K. non trova né il servizio clienti, né un qualsiasi numero di telefono e nessuno risponde alle sue e-mail. Comincia piano piano a capire che lo hanno imbrogliato.

 

Fare shopping online usando la testa

Fare acquisti su Internet è un’attività apprezzata. Nel confronto con gli altri europei, gli svizzeri acquistano online addirittura più della media. Secondo un’indagine condotta dell’Ufficio federale di statistica nel 2017, il 72 percento della popolazione svizzera di età compresa tra i 16 e i 74 anni ha effettuato almeno un acquisto nei tre mesi precedenti il sondaggio. Meglio di loro hanno fatto soltanto i britannici con il 78 percento.

 

L’elevato grado di accettazione dello shopping online fornisce terreno fertile ai truffatori. Quando si effettuano ordini su Internet o anche prenotazioni per le vacanze, si dovrebbe usare un po’ di sano buonsenso – soprattutto se si tratta di presunte offerte top.

 

Gli shop finti attirano con prezzi bassissimi

La truffa delle vendite per corrispondenza si svolge tramite i cosiddetti shop finti, che sono gestiti dai criminali con un’identità falsa o rubata.

 

Questi truffatori tentano di attirarvi e spingervi all'acquisto proponendo sconti eccezionali e prezzi bassissimi. Tuttavia, all’ufficio postale portano merce di minore valore, contraffazioni di prodotti di marca o anche solo...niente. Se si è pagato in anticipo, di solito il denaro si volatilizza.

 

Riducete al minimo il rischio della truffa online all’atto del pagamento

I venditori per corrispondenza seri offrono sempre vari metodi di pagamento. La soluzione più sicura consiste nell’ordinare la merce con pagamento contro fattura. In questo modo potrete verificarne la qualità dopo la ricezione.

 

Se utilizzate una carta di credito, avete la possibilità di annullare i pagamenti in caso di problemi. Informatevi presso il vostro istituto di credito sulle sue condizioni di reclamo. Di norma, avete un paio di settimane di tempo dalla data della fattura per annullare i pagamenti.

 

PayPal non offre una protezione generale dell’acquirente

Il servizio di pagamento digitale PayPal offre una protezione dell’acquirente, che comprende il rimborso del prezzo d’acquisto in caso di mancata consegna o merce difettosa. Tuttavia, questa protezione interviene solo se l’acquirente opta per la funzione di pagamento regolare del servizio. Essa decade se, per il vostro acquisto online, utilizzate invece l’opzione di PayPal «Invia denaro a un amico».

 

Non lasciatevi distogliere dai portali di acquisto seri

Distogliervi dalla procedura di ordinazione standard prevista da rivenditori affermati come Amazon o dai portali di prenotazione alberghiera, è un trucco a cui i truffatori amano fare ricorso.

 

Per esempio aprono uno shop finto su Amazon Marketplace oppure offrono un appartamento per le vacanze inesistente. In seguito vi promettono uno sconto consistente se non pagate tramite la procedura di check-out dell’offerente serio. Se vi fidate, rinuncerete alla protezione che vi verrebbe garantita scegliendo il percorso ufficiale.

 

Denunciate alla polizia la frode della vendita per corrispondenza

Marco K. ha denunciato il suo caso alla polizia. Se per le vittime di questo tipo di truffa è quasi sempre improbabile recuperare il denaro, grazie alle loro informazioni le forze dell’ordine possono identificare ed eliminare gli shop finti.

 

Marco K. ha potuto dare il suo contributo realizzando successivamente anche alcuni screenshot dello shop finto. Sono utili anche i protocolli di chat o lo scambio di e-mail con i truffatori delle spedizioni. In questo modo, si faranno rapidamente emergere nuovi tipi di raggiri e si potranno adottare le opportune misure preventive.

 

Scaricate la lista di controllo Shopping online, che vi offre una panoramica delle procedure per fare acquisti sicuri su Internet.

Assicurazione cyber PRISMA Flex

Sicurezza in Internet: per te e i tuoi dati preziosi