Contatti

In caso di sinistro al tuo servizio 24 ore su 24!

La tua password su Internet rischia di essere violata in meno di un minuto? Tienila al sicuro con questi stratagemmi da hacker

Tutti dovremmo prenderci del tempo per creare password sicure, ma è una di quelle cose che tendiamo a rimandare, nonostante sappiamo bene quanto sia importante. Un po’ come facciamo con l’andare a correre o il mangiar sano.

Secondo uno studio, quasi un terzo delle password create dai clienti di una libreria online può essere craccato in meno di un minuto. Solo lo 0,8% è scritto in modo da poter sfuggire alle violazioni e si tratta sempre di password complesse con più di dieci caratteri. È evidente che dobbiamo usare parole d’accesso migliori, ma tenere a mente lunghe sequenze di caratteri presi a caso è davvero difficile. Per questo ci vuole qualche stratagemma da hacker!
 
Il primo trucco consiste nel costruire una password facile da ricordare, ma allo stesso tempo incomprensibile agli altri. Questo è il metodo che ci piace:
  • 1. crea una frase facile da ricordare di oltre dieci parole;
  • 2. scrivi la prima lettera di ogni parola;
  • 3. sostituisci alcune di queste lettere con numeri o simboli. Per esempio, «1» per «l» o «$» per «s».
 
Non ricorderai mai direttamente una password di questo tipo, ma non è un problema: potrai richiamarla alla mente pensando alla frase che hai creato.
 
Se hai molte password, forse ti servirà un altro aiuto. Fortunatamente, molti browser come Safari e Chrome sono in grado di memorizzare in modo sicuro le password e i siti in cui le usi, dandoti la possibilità di inserirle con un semplice clic. Se hai bisogno di ricordare altri tipi di chiavi d’accesso che non utilizzi sul web, puoi usare app come 1Password. Gran parte di questi browser e app di gestione delle password potranno anche suggerirti password sicure, ma forse non saranno così semplici da ricordare come quelle che ti crei tu.
 
Naturalmente, se pensi di memorizzare tutte le password sul computer o sul telefono, dovrai proteggere i dispositivi stessi, usando ad esempio il metodo della frase per bloccarli con password sicure. Se possibile, imposta anche l’impronta digitale o il riconoscimento facciale per una maggiore sicurezza e praticità.
 
In alternativa puoi seguire il consiglio della professoressa Angela Sasse, direttrice dello UK Research Institute in Science of Cyber Security: scrivere le password. Proprio così: mettere nero su bianco password complicate è molto più sicuro che non annotare password troppo semplici, specialmente se poi vengono nascoste.
 
Sarebbe bello se ci fossero trucchi così facili anche per andare a correre e mangiar sano...

Assicurazione cyber PRISMA Flex

Sicurezza in Internet: per te e i tuoi dati preziosi