Contatti

In caso di sinistro al tuo servizio 24 ore su 24!

In salute durante la stagione fredda con «swiss food»

Generali e ÖKK combinano la loro offerta assicurativa e le loro competenze nel quadro di una cooperazione commerciale (cfr. comunicato stampa). Abbiamo innanzitutto parlato con il dr. med. Marcel Hilbig, primario del servizio medici di fiducia di ÖKK, di salute nella stagione fredda. Che cosa ne è emerso? 5 alternative superfood della regione. Buon appetito!

Superfood è un termine sulla bocca di tutti – non c’è da stupirsi, poiché i piccoli super alimenti promettono gusto e salute. Ma non tutto deve per forza provenire da oltreoceano: perché guardare sempre lontano? Le cose buone le troviamo anche a casa nostra.

Bacche di Acai

Le bacche di Acai, frutto originario dell’Amazzonia in Brasile, arrivano in Svizzera perlopiù in forma liofilizzata come polvere o succo. Sono note per gli effetti dimagranti e per i presunti effetti afrodisiaci. Inoltre, si ritiene che il pigmento vegetale scuro, l’antocianina, abbia proprietà antiossidanti. Raccomando invece bacche nere di provenienza svizzera con proprietà simili. Il sambuco, ad esempio, è un sostituto equivalente delle bacche di Acai. Proprio come i mirtilli e il ribes nero ha un elevato potere antiossidante ed è ricco di magnesio – il succo di sambuco presenta addirittura una maggiore concentrazione di antocianine rispetto alle bacche di Acai.

Semi di chia

Nel panino o nel muesli: i semi di chia sono molto in voga poiché grazie all’elevata concentrazione di fibre e acidi grassi omega-3 si ritiene abbiano un effetto positivo sul metabolismo. I vegani li usano come sostituto delle uova nelle preparazioni da forno, in quanto mescolati all’acqua hanno un effetto gelificante. Ma attenzione: i semi di chia sono spesso contaminati da pesticidi e sono quindi da consumarsi con moderazione.

Utilizzate invece i semi di lino. In forma di semi o di olio, i semi di lino sono la perfetta alternativa regionale ai semi di chia. Il loro contenuto di omega-3 è ancora più elevato, sono altrettanto ricchi di calcio e proteine e possono essere facilmente aggiunti al pane o al muesli. Inoltre, il loro sapore ricorda le nocciole.

Matcha

Il matcha, cioè il tè verde macinato, viene utilizzato principalmente come ingrediente per prodotti da forno, gelati e frullati. Si ritiene abbassi la pressione sanguigna e migliori le prestazioni e il metabolismo. Ma non vi è alcuna prova al riguardo.

Scegliete piuttosto una camomilla o un’altra tisana locale. Le loro proprietà sono altrettanto benefiche di quelle del tè verde. La camomilla ha un effetto calmante, il tè alla rosa canina stimola la digestione, il biancospino dovrebbe aiutare a ridurre la pressione sanguigna.

Quinoa

La quinoa è una benedizione per tutti gli intolleranti al glutine. Il «cibo degli Inca» delle Ande è privo di proteine collose, che si trovano invece nel frumento e in gran parte degli altri cereali. Di conseguenza, la quinoa è molto apprezzata come sostituto dei cereali in zuppe, minestre, sformati, gratin e dessert.

Per molto tempo, il miglio è stato l’unica alternativa locale senza glutine alla quinoa. Tuttavia, la coltivazione del miglio in Svizzera è contenuta, cosicché anche per questo cereale sono disponibili quasi unicamente prodotti da importazione. Solo negli ultimi anni l’offerta di miglio locale è aumentata, e ora nel Seeland viene coltivata addirittura la quinoa – ma costa tre volte tanto la quinoa importata.

Erba di grano

Se il frullato è di un bel verde brillante, allora contiene sicuramente la polvere di erba di grano. L’erba di grano era già molto amata da sciamani e druidi dell’antico mondo celtico, e come ben si sa, loro vivevano ancora a strettissimo contatto con la natura. Certo è che l’erba di grano è verde e salutare grazie all’elevato contenuto di clorofilla, che si ritiene riduca le sostanze cancerogene e favorisca la cicatrizzazione e la digestione.

Ma anche alcuni ortaggi autoctoni sono ricchi di clorofilla, come broccoli e cavolo riccio. Quest’ultimo è considerato un piatto nazionale della Germania settentrionale e sta conquistando sempre più anche i mercati svizzeri. Rammentiamo che i cavoli sono i superfood più sottovalutati, particolarmente indicati in inverno come salutari verdure di stagione. Regalatevi una carica vitaminica «made in Switzerland».

«Perché guardare lontano? Le cose buone le troviamo anche a casa nostra.»

 

Informazioni sull’autore

Il dr. med. Marcel Hilbig è medico di fiducia SGV/SSMC e dirige in veste di primario il servizio medici di fiducia di ÖKK. Lo specialista in anestesiologia è anche un perito medico certificato SIM.