Contatti

In caso di sinistro al tuo servizio 24 ore su 24!

La pandemia ha fortemente influenzato la nostra offerta formativa interna

apr 14, 2022.

In Generali disponiamo di un centro di formazione interno: la nostra Academy. Offriamo così al nostro servizio esterno una tra le migliori formazioni sul mercato. Anche i nostri collaboratori del servizio interno e delle sedi centrali beneficiano di un’ampia offerta formativa. Patrizio Giacomuzzo, Direttore di Generali Academy, spiega nell’intervista quali sono gli obiettivi della nostra Academy.

Patrizio, qual è la missione di un’organizzazione di formazione interna come Generali Academy?

Un ente pubblico di formazione cerca di presentare sul mercato un’offerta formativa il più possibile ampia e interessante. Un’organizzazione per la formazione interna come la nostra trasmette conoscenze che non sono finalizzate puramente alla formazione. Le nostre aspirazioni e le nostre attività hanno uno scopo ben preciso. Le conoscenze e le competenze sono alla base del cambiamento tecnologico e imprenditoriale. Le nostre iniziative di formazione mirano pertanto a sostenere e promuovere il raggiungimento di obiettivi strategici. L’Academy è incaricata di una responsabilità assolutamente peculiare.

 

In che modo si sono trasformate negli ultimi anni le richieste delle imprese nei confronti di un centro di formazione interno?

Oggigiorno ci si aspetta che i collaboratori dispongano di buone conoscenze di base. La formazione interna non deve più quindi mettere a disposizione dei collaboratori programmi formativi che si protraggono per settimane e mesi. Oggi è necessario fornire ai collaboratori un ventaglio di competenze mirato e che gli permetta di svolgere al meglio il proprio lavoro.

 

«Ci evolviamo da una società della conoscenza a una società delle competenze.»

 

In altre parole: stiamo lavorando per evolvere da una società della conoscenza a una società delle competenze. Oggi in gran parte del mondo è possibile avere accesso alla conoscenza e questo non rappresenta più quindi un vantaggio competitivo. Le competenze sono un fattore altrettanto importante ai fini del cambiamento.

 

Negli ultimi due anni la formazione ha potuto avere luogo in presenza solo in parte. In che modo i collaboratori hanno potuto approfittare dell’offerta di formazione e perfezionamento professionale?

La pandemia ha posto sfide enormi alla divulgazione delle conoscenze e delle competenze ai collaboratori. Prendo come esempio la formazione delle nuove consulenti e dei nuovi consulenti nel nostro servizio esterno. La pianificazione di tali programmi viene stabilita con un anno di anticipo. Qui le interruzioni o i posticipi sono eventi critici perché si ripercuotono sull’intera organizzazione. L’Academy ha reagito in modo esemplare e, da un giorno all’altro, ha trasformato i programmi didattici che prevedevano la formazione in presenza in corsi online. Una prestazione eccellente sia dal punto di vista organizzativo che didattico.

 

Altri formati, come ad esempio «Map2theNew», sono stati sviluppati in questo periodo appositamente per favorire la formazione a distanza. In questo modo i collaboratori hanno potuto seguire corsi di perfezionamento anche durante la pandemia e sviluppare ulteriormente le proprie competenze.

 

A gennaio Generali Svizzera ha lanciato la nuova strategia Avanti 2027. In che modo l’Academy può contribuire al suo successo?

Definisco così la nostra ambizione: «Build a learning organization that empowers people to deal with constant change» (Creare un’organizzazione di formazione che consenta alle persone di affrontare il cambiamento costante). «Change», ovvero il cambiamento, scaturisce dalla nostra nuova strategia. I programmi di formazione dell’Academy devono mirare a garantire che tutte le colleghe e tutti i colleghi del nostro servizio esterno siano sempre preparati per sostenere attivamente Avanti 2027.

 

I collaboratori del servizio esterno seguono una formazione di diversi mesi presso l’Academy. Cosa offre di diverso l’Academy rispetto alla concorrenza?

La differenza principale consiste nel fatto che presso la Generali Academy tutti i corsi di formazione che sostengono il core business provengono dalla stessa unità aziendale. Si tratta dei corsi di formazione per il reparto vendite, sviluppo del personale dirigente, ma anche corsi di softskill. Questo non solo consente di mantenere una visione globale dei temi legati alla formazione, ma è anche molto più efficace dal punto di vista dei processi amministrativi. L’Academy dispone inoltre di eccezionali formatrici e formatori con un’esperienza di rilievo, in grado di impartire conoscenze fortemente orientate alla pratica.

Chi è Patrizio Giacomuzzo

 

Da ottobre 2021 Patrizio ricopre il ruolo di Head of Generali Academy presso Generali Svizzera. È molto motivato e, con il suo modo di fare, ha portato una ventata di freschezza. Prima di arrivare in Generali, ha lavorato in una posizione analoga presso Six Payment Services. Uno dei suoi obiettivi primari consiste nell’upskilling dei collaboratori.

Informazioni sul programma MAP

Il Managerial Acceleration Programm (MAP) è un’iniziativa globale del gruppo Generali. Attraverso la seconda parte del programma «MAP2theNew» forniamo ai nostri dirigenti gli strumenti necessari per operare in un mondo del lavoro ibrido. I temi centrali si focalizzano sui collaboratori e su nuovi modi di pensare. I nostri dirigenti fungono da modello nell’ambito di una «nuova normalità».

Siamo riusciti a suscitare il tuo interesse?

Ti interessa intraprendere una sfida entusiasmante presso Generali? Dai uno sguardo alle nostre offerte di lavoro.

Pubblichiamo tutte le posizioni aperte con un grado d’occupazione dell’80-100% e ci impegniamo a favore di una maggiore promozione delle pari opportunità.