Contatti

In caso di sinistro al tuo servizio 24 ore su 24!

Sicurezza sul lavoro: come evitare infortuni sul lavoro

lug 28, 2020.

Probabilmente non c'è bisogno di convincerti del fatto che ridurre il rischio di incidenti e mantenere adeguate strategie di sicurezza sul lavoro sia sempre un'ottima idea. Ma uno sguardo ai numeri fa capire al volo quanto sia davvero importante.

Osservando il numero totale dei casi è evidente che gli infortuni sul lavoro sono un problema di vasta portata. Solo nel 2018, in Svizzera sono stati denunciati quasi 275 000 infortuni sul lavoro, una cifra che rappresenta un aumento dell'1,8% rispetto all'anno precedente. È di fondamentale importanza, dunque, investire tempo e risorse nella protezione dei propri dipendenti. Nessun incidente di lavoro è da prendere alla leggera, ma alcuni sono più gravi di altri: ogni anno in Svizzera circa 1000 lavoratori si infortunano sul posto di lavoro riportando un'invalidità permanente.

 

 

Fatti trovare preparato

Ogni luogo di lavoro richiede le giuste attrezzature di sicurezza. Se si tratta di un'attività specializzata è probabile che saranno necessari equipaggiamenti di sicurezza altrettanto specializzati. Altrimenti le attrezzature di sicurezza più comuni sui posti di lavoro in cui c'è il rischio di essere esposti a urti, lacerazioni, temperature estreme, rumori forti o luce intensa includono caschi, occhiali, cuffie antirumore, guanti, stivali di sicurezza e indumenti ad alta visibilità. In ogni caso un'attenta valutazione del rischio ti servirà a identificare tutto ciò di cui potresti aver bisogno.

 

Questo vale anche per la sicurezza in ufficio. In Svizzera si verificano ben 15 000 infortuni all'anno negli uffici. Il tipo di infortunio di gran lunga più comune è costituito da scivolamenti e cadute. Un terzo degli infortuni sul lavoro, infatti, avviene inciampando e cadendo. Scale, superfici rialzate non segnalate, cavi non fissati e corridoi parzialmente occupati da oggetti sono spesso la causa degli infortuni. Anche i pavimenti bagnati, una scarsa illuminazione o delle scarpe inadeguate giocano spesso un ruolo in queste cadute.

 

 

Urti, tagli e scontri con oggetti

Il secondo tipo di infortunio più comune è il risultato dell'urto con qualcosa, per esempio scontri tra persone, con oggetti o attrezzature di trasporto.

 

Quasi altrettanto comuni (17%) in ufficio sono i tagli, i graffi o le abrasioni. Per questo si devono usare con estrema precauzione utensili affilati, come taglierini, lame o forbici, e fare attenzione quando si rimuovono vetri rotti.

 

La quarta forma di infortunio più frequente avviene quando si viene colpiti, urtati o non si maneggia correttamente un oggetto (13%). Se un cassetto, ad esempio, non viene immediatamente chiuso dopo l'apertura oppure se una porta a vetri non è segnalata, un momento di disattenzione può essere piuttosto doloroso.

 

Le lesioni gravi dovute al ribaltamento di mobili tipo scaffali o schedari costituiscono il 10% di tutti gli infortuni sul lavoro negli uffici.

 

Perfino stare seduti alla scrivania è più pericoloso di quanto ci si possa aspettare: i dolori del sistema muscoloscheletrico sono molto diffusi tra chi lavora in ufficio. Di conseguenza, tra i disturbi fisici più frequenti riscontrati dalla popolazione che lavora vi è il mal di schiena.

 

 

Collabora con i tuoi dipendenti per mantenere la sicurezza sul lavoro

Quando si tratta di sicurezza sul lavoro, i dipendenti sono partner preziosi.

 

Tanto per cominciare, sono altri occhi a disposizione: approfittane e permetti loro di segnalare facilmente un pericolo in modo da poterlo affrontare rapidamente. Puoi anche nominare un certo numero di persone addette alla sicurezza, con la responsabilità di garantire che vengano gestiti eventuali rischi all'interno della loro area.

 

È inoltre fondamentale dare ai dipendenti la necessaria formazione sulla sicurezza, soprattutto quando si tratta di sollevare pesi. Prima o poi capita a tutti di doverlo fare, quindi assicurati che sappiano alzare e spostare correttamente dei carichi pesanti, sia manualmente che con l'aiuto di apposite attrezzature, per evitare rischi in futuro.

 

Detto questo, le situazioni di rischio possono essere difficili da individuare: anche il datore di lavoro più attento può non accorgersi di un pericolo potenzialmente grave. Quindi, di tanto in tanto, vale la pena di rivolgersi a un consulente per la salute e la sicurezza. Egli potrà svolgere un audit per evidenziare e risolvere i problemi di sicurezza che altrimenti potrebbero passare inosservati. La tranquillità da sola è già un'ottima ricompensa!
 

Proteggi i tuoi dipendenti. Scopri i nostri servizi di prevenzione per le PMI.

SELEZIONE DEI PRODOTTI DA GENERALI