Contatti

In caso di sinistro al tuo servizio 24 ore su 24!

Che cosa si intende per exchange traded fund?

mar 16, 2022.

Nel terzo articolo dedicato al tema « Investire denaro »  ti illustriamo cos’è un Exchange Traded Fund, quali sono i vantaggi di questo strumento di investimento e a quali aspetti devi prestare attenzione con riferimento ai costi.

Un Exchange Traded Fund, ETF in breve, è uno strumento finanziario dai costi estremamente contenuti che può essere negoziato in borsa in maniera continuativa, come avviene per le azioni. Inoltre, a differenza di altri fondi di investimento, non comporta alcuna commissione di emissione al momento dell’acquisto, ma solo la commissione di intermediazione come per qualsiasi acquisto diretto di titoli. In quanto fondo a patrimonio separato, gli ETF sono soggetti a supervisione pubblica e non comportano alcun rischio emittente. L’offerta si amplia costantemente. Esistono gli ETF settoriali (come energia, tecnologia), sulle regioni (mercati emergenti) e sulle materie prime (ad es. l’oro) e quelli orientati a diverse strategie d’investimento (ETF obbligazionari puri, ETF azionari puri). 

 

I VANTAGGI DEGLI ETF

Gli ETF hanno spesso costi molto bassi: sono mediamente oltre l’uno percento all’anno più convenienti rispetto ai fondi a gestione attiva, una strategia che nel loro caso non è infatti necessaria. Con gli ETF è possibile investire, ad esempio, in indici chiave come SMI, SPI, S&P500 ed EuroStoxx50.

 

Come altri fondi, anche gli ETF sono soggetti alla supervisione dell’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA. La Borsa svizzera deve inoltre monitorare che i prezzi di acquisto e di vendita offerti per gli ETF siano sempre equi. 

 

i costi dei fondi

Il gestore di solito presenta i costi di un fondo sotto forma di un indicatore, il Total Expense Ratio (TER), come percentuale sul patrimonio investito. 

 

A dispetto di quanto suggerisce il nome, il TER non include tutti i costi. Nel riquadro seguente puoi vedere una panoramica di cosa è incluso e cosa no.

 

TER e costi aggiuntivi

Il TER include i seguenti elementi:

  • Commissione di gestione: per un fondo azionario a volte può essere superiore al 2 percento, per un ETF poco costoso si assesta nell’ordine di una quota per mille.
  • Commissione della banca depositaria: questa commissione viene applicata dalla banca presso la quale è depositato il fondo. Di norma, è inferiore allo 0,3 percento annuo del patrimonio del fondo.
  • Costi operativi: ad esempio per prospetti sui fondi, revisori contabili, campagne promozionali.


I seguenti tre elementi, invece, non sono inclusi nel TER:

  • Commissione di sottoscrizione: una commissione di distribuzione una tantum che paghi quando acquisti un fondo. Le società di fondi di solito indicano nella documentazione una percentuale massima che le società di distribuzione possono applicare. Di solito ammonta a circa il 5 percento.
  • Commissione di riscatto: se rivendi le tue quote di fondi alla società di fondi, spesso ti viene addebitata una commissione.
  • Commissione di deposito: è la commissione per il tuo deposito titoli. Ammonta a circa lo 0,2 percento del valore del deposito.

 

Nota: Per trovare il giusto ETF, dovresti confrontare diversi prodotti e verificare gli elementi non inclusi nel TER.

 

Scegliere il fondo giusto

Il rating dei fondi è un importante criterio di scelta. Esistono numerose società specializzate nell’analisi dei fondi, che verificano la qualità e la performance dei fondi e assegnano un punteggio espresso in stelle: ad esempio Morningstar e Sustainalytics.

ALTRI ARTICOLI SULL’ARGOMENTO

Vuoi saperne di più sugli investimenti sostenibili? Allora vi consigliamo l'articolo « ESG: come cambiare il mondo con tre lettere ».

INFORMAZIONI SULL’AUTORE

Raphaël Savary esercita da 13 anni la sua professione con passione. È titolare di un attestato professionale federale di consigliere finanziario ed è responsabile vendite di Generali per la regione Losanna-Riviera. Grazie a un approccio di analisi globale e a una visione a 360°, la clientela di Generali beneficia di un’ottimizzazione a tutto tondo in ambito assicurativo, finanziario e previdenziale.

ULTERIORI SOLUZIONI ASSICURATIVE