Contatti

In caso di sinistro al tuo servizio 24 ore su 24!

Unione domestica registrata: come tutelarsi contro un caso d’urgenza

giu 21, 2021.

Succede qualcosa che colpisce gravemente la o il vostro partner o addirittura costa la vita. Uno stato d’emergenza in cui non avete né il tempo né la forza per risolvere i problemi finanziari e organizzativi. Se vivete in un’unione domestica registrata, dovreste occuparvi per tempo di questioni come il testamento biologico, il mandato precauzionale o l’eredità. L’esperto di Generali Guido Studier risponde alle domande più importanti in merito.

 

Guido, cosa succede se una persona che vive in un’unione domestica registrata non ha più la capacità di discernimento dopo un incidente o una malattia?

In assenza di un testamento biologico e di un mandato precauzionale, lo Stato interviene automaticamente per le decisioni importanti. Ad esempio, se sono richieste le firme di entrambi i partner o se la persona incapace di discernimento necessita di un posto di cura. Ne è responsabile l’APMA (autorità di protezione dei minori e degli adulti). Chi vuole preservare la propria autodeterminazione e non vuole che la o il partner debba prendere decisioni mediche o legali, dovrebbe regolare tutte le questioni importanti con un testamento biologico e un mandato precauzionale. Questo vale per le unioni domestiche registrate così come per i matrimoni ed è generalmente raccomandato per chiunque abbia almeno 18 anni e sia capace di discernimento.

 

Cosa regola in concreto un mandato precauzionale?

Con il mandato precauzionale si chiarisce proattivamente la propria rappresentanza qualora non si sia più in grado di prendere decisioni. Tale rappresentanza può essere la o il partner, ma anche un avvocato, un membro della famiglia o un buon conoscente. Il mandato precauzionale è composto da tre parti: le precauzioni personali definiscono dove si desidera vivere in caso di necessità di cure e chi fornirà l’assistenza. L’altra parte specifica chi deve amministrare il patrimonio della persona interessata e in che modo, e cosa è importante in termini di attività se lavora come indipendente. Importante: il mandato precauzionale deve essere scritto a mano o autenticato pubblicamente. E la terza parte del mandato precauzionale disciplina le questioni legali.

 

E qual è lo scopo del testamento biologico?

Qui si definiscono quali misure mediche si desiderano e quali assolutamente non si vogliono: rianimazione, respirazione artificiale o alimentazione? In assenza di un testamento biologico, il personale medico deve decidere insieme alla o al partner della persona interessata. In alternativa, l’APMA può nominare un tutore che assume questo compito. Il testamento biologico è meglio consegnarlo al medico di famiglia e ai parenti più stretti.

 

Il consiglio di Generali: presso FMH, CRS o Caritas sono disponibili modelli.

 

Supponiamo il peggio: un decesso. Cosa devono considerare in particolare le coppie che vivono in un’unione domestica registrata?

La divisione dell’eredità è chiaramente disciplinata dalla legge. Normalmente, la partner registrata o il partner registrato e gli eventuali figli ereditano il patrimonio della persona deceduta. Se una coppia non ha figli, possono ereditare anche i genitori. Nel 2023, ci saranno probabilmente alcuni cambiamenti nel diritto successorio che favoriranno maggiormente la persona superstite di un’unione domestica registrata. Se il partner deceduto aveva un figlio, allora il partner registrato superstite può ereditare fino a un massimo del 75% dei beni. Se l'unione domestica registrata è senza figli, allora il partner registrato superstite eredita il 100% del patrimonio, poiché i genitori non avranno più diritto a una porzione legittima. Se si vuole stabilire personalmente questa distribuzione, allora si deve redigere un contratto successorio o un testamento. Questo vale soprattutto nel caso di una proprietà di abitazione, se sono stati investiti molti soldi in comune e gli eredi legali potrebbero insistere sulla loro parte di eredità. 

 

Come è protetta la persona superstite di un’unione domestica registrata in caso di decesso?

Diamo un’occhiata alla previdenza professionale e privata: in linea di principio, la o il partner superstite ha diritto a una rendita per superstiti dell’AVS e della LPP se la persona deceduta esercitava un’attività lucrativa. Se la persona superstite nell’unione domestica registrata è un uomo, riceverà la rendita AVS solo se ha figli di età inferiore ai 18 anni. Ci sono alcune disposizioni anche per la rendita LPP. È meglio consultare un esperto per questo. Nel caso del pilastro 3a, i partner registrati sono sempre i primi beneficiari. Nel caso del pilastro 3b, i contraenti possono decidere chi deve ricevere quanto denaro.

 

Buono a sapersi

Patrimonio, figli e separazione in un’unione domestica registrata: le informazioni più importanti.

Cambiamenti in caso di accettazione del «matrimonio per tutti» nel mese di settembre 2021

Le persone che vivono in un’unione domestica registrata devono far convertire attivamente la loro unione domestica in matrimonio. Proprio come per il matrimonio, si applica la partecipazione agli acquisti che si può adattare con la convenzione matrimoniale. Ci sono ancora alcuni aspetti poco chiari relativi al 1° e 2° pilastro, che dovrebbero essere adattati alle coppie dello stesso sesso.

 

Informazioni sull’autore

«Chi vuole preservare la propria autodeterminazione e non vuole che la o il partner debba prendere decisioni mediche e legali, dovrebbe regolare tutte le questioni importanti con un testamento biologico e un mandato precauzionale.»

 

Guido G. Studier, Training Expert presso Generali

Guido ha studiato economia aziendale SUP ed è perito in assicurazione dipl. fed. AFA. Lavora nel settore assicurativo da oltre 25 anni e forma i periti in assicurazione alla Generali Academy. Guido ha un Executive Master of Finance ottenuto presso la ZHAW ed è anche docente per Economia e società dipl. fed. IUFFP e membro del #TeamPrevidenza.