Contatti

In caso di sinistro al vostro servizio 24 ore su 24!

Ipoteche

Il finanziamento adatto per l’abitazione propria – a tasso fisso o variabile

Volete finalmente realizzare il vostro sogno nel cassetto di una casa tutta vostra? Magari una casa unifamiliare nel verde o un appartamento di proprietà in città. Scegliendo tra il tasso d’interesse fisso che vi consente di pianificare con sicurezza oppure il finanziamento a tasso variabile che segue l’andamento del mercato. Con l’ipoteca, il vostro sogno è a portata di mano.

Generali – la vostra assicurazione che concede anche ipoteche per l’abitazione di proprietà

Intendete comprare un’abitazione – una casa unifamiliare o un appartamento di proprietà – che diventerà il vostro domicilio.

Siete già in possesso di una casa di proprietà e siete interessati a un rifinanziamento.

 

Chiedeteci un’offerta.

Al momento i nostri modelli ipotecari comprendono:

  • Ipoteche a tasso fisso con durate da 2 a 10 anni.

 

Con l’ipoteca a tasso fisso conoscete con esattezza l’onere che andrete a pagare per la durata convenuta. Ciò rende più facile programmare le vostre spese per l’abitazione. L’ipoteca a tasso fisso ha una durata fissa e non può essere disdetta. In caso di vendita è possibile recedere anticipatamente dietro pagamento di una commissione.

  • Ipoteche a tasso variabile

 

I tassi d’interesse delle ipoteche a tasso variabile cambiano in funzione del mercato e possono essere modificati con un preavviso di tre mesi. L’ipoteca può essere disdetta in qualsiasi momento previo preavviso di sei mesi.

Informazioni importanti sulle ipoteche in breve

Tassi d’interesse attuali

 

I tassi d’interesse indicati sono puramente indicativi e possono essere modificati in qualsiasi momento senza preavviso fino alla stipulazione del contratto.

 

Stato: 28.11.2016
Durata 1a ipoteca in % p.a. 2a ipoteca in % p.a.
Ipoteche a tasso fisso    
2 anni 1,30 1,80
3 anni 1,30 1,80
4 anni 1,35 1,85
5 anni 1,40 1,90
6 anni 1,40 1,90
7 anni 1,40 1,90
8 anni 1,40 1,90
9 anni 1,40 1,90
10 anni 1,40 1,90
     
Ipoteche a tasso variabile 2,75 3,25
(Nuovi contratti)    

Finanziamo immobili (appartamenti di proprietà, abitazioni monofamiliari o plurifamiliari) fino a un massimo pari all’80% del valore venale, di cui il 66% come prima ipoteca e il 14% come seconda ipoteca.

 

Non finanziamo immobili a destinazione speciale come case per vacanze, stabilimenti di produzione, ristoranti, edifici commerciali e immobili di lusso/per intenditori.

Il valore venale corrisponde al valore attuale dell’immobile da finanziare. Tale valore è stabilito sulla base di una stima. Il vostro immobile a uso abitativo deve essere soggetto a una manutenzione costante ed esibire una buona qualità.

La vostra parte di capitale a finanziamento dell’abitazione deve essere versata in contante. Se intendete utilizzare gli averi del 2° pilastro per l’acquisto di una casa, dovete effettuare un prelievo. In ogni caso almeno il 10% dei mezzi propri deve essere disponibile in contante.

L’onere annuale derivante dai tassi d’interesse ipotecari, dall’ammortamento e dalle spese accessorie non può eccedere il 33% del vostro reddito netto. Generali eroga finanziamenti soltanto a chi possiede una buona solvibilità e un merito creditizio ineccepibile.

 

Calcolo della sostenibilità

L’esempio di seguito vi spiega come viene calcolata la sostenibilità della spesa:
Valore venale dell’immobile CHF 1'000'000
1a ipoteca - al massimo il 66% del valore venale CHF 660'000
2a ipoteca - al massimo il 14% del valore venale CHF 140'000
Mezzi propri CHF 200'000
  CHF 1'000'000
Interessi del 4% annuo per la 1a ipoteca CHF 26'400
Interessi del 4,5% annuo per la 2a ipoteca CHF 6'300
Premio annuale polizza/e di ammortamento (15 anni) CHF 9'300
Spese accessorie (in genere l’1% del valore venale) CHF 10'000
Onere annuo CHF 52'000
Onere mensile CHF 4'335
Reddito netto mensile richiesto CHF 13'130
   
   
   

 

La 2a ipoteca deve essere ammortizzata entro 15 anni o al più tardi entro il pensionamento. L’ammortamento può essere effettuato direttamente o indirettamente tramite una polizza di previdenza. La polizza deve essere costituita in pegno.